L’apertura di questo ristorante è la realizzazione di un desiderio che coltivavo da sempre.
Ciò che mi ha guidato nella realizzazione della struttura è l’insieme dei commenti fatti da me o dai miei familiari quando si era a cena in qualche ristorante.
Spesso ci si lamentava della poca intimità che si aveva al tavolo, perché il commensale più vicino era a venti centimetri e non potevi dire nulla che lui non sentisse. Spesso era la svogliatezza, se non addirittura la maleducazione, di chi ci serviva a creare uno stato di fastidio di fondo, che non permetteva di raggiungere quello stato di spensieratezza che cerchiamo quando decidiamo di uscire per mangiare a ristorante. O ancora l’inadeguatezza del cibo, che, per quanto buono, non solleticava la mia fantasia con un sapore pieno e inaspettato rispondente a un desiderio inespresso.

La Via delle Taverne

Category: Ristoranti e locali
661 views